Reserved Area

Specifiche d’uso

Uso delle Brache in Fune Acciaio

Prima di sollevare il carico:
È necessario assicurarsi che il carico sia adatto ad essere sollevato con una braca a fune. La braca deve essere in grado di non danneggiare il carico né subire essa stessa danneggiamenti.
Se la braca deve essere attaccata al carico, i punti utilizzati per l’attacco (per esempio orecchie e occhielli) devono essere accessibili e adeguati allo scopo di sollevare il carico.
La massa del carico da sollevare deve essere determinata. Se la massa non è definita, si possono dedurre informazioni da bolle di consegna, manuali, disegni, ecc. Se manca qualsiasi informazione, la massa deve essere determinata dalla persona
responsabile del sollevamento.
Una volta stabilito il metodo di imbracatura e il carico massimo di utilizzo (CMU) deve essere scelta una braca adeguata al carico da sollevare ed alle caratteristiche stesse del carico.
Nei limiti del possibile, i diametri reali dei perni, dei ganci o di altri componenti sui quali sono stati usati occhielli non rinforzati devono avere un diametro non minore di due volte il diametro della fune.
È necessario assicurarsi che la braca sia in buone condizioni. Le brache trovate danneggiate o deteriorate al punto da essere ritenute poco sicure per l’uso devono essere eliminate immediatamente.
È necessario assicurarsi che il carico sia ben bilanciato per il sollevamento . Le brache devono essere fissate ai punti definiti per il sollevamento, quando previsti. Se i punti di sollevamento non sono indicati sul carico, deve essere valutata la posizione del centro di gravità. Il tipo di braca e i metodi di imbracatura usati devono assicurare che il carico non si rovesci o scivoli. Il gancio
di presa deve essere posizionato direttamente sopra il centro di gravità. Qualora questo non sia possibile, bisogna porre particolare cura nel sollevare il carico.
È necessario assicurarsi che il carico non contenga parti sciolte.
Se il carico comprende un certo numero di pezzi, per esempio un fascio di tubi, deve essere scelto un metodo di imbracatura che assicuri tutti i pezzi.
La braca non deve essere fissata a nastri o cinghie, a meno che questi non siano progettati.

Montaggio della braca

Nel montare una braca è necessario assicurarsi che:

a) i tratti della braca non tendano a piegarsi;
b) le estremità siano opportunamente sistemate, senza grovigli;
c) l’angolo relativo del tratto non sia maggiore di quello per cui la braca è classificata e marcata;
d) la braca non sia avvolta intorno a spigoli taglienti che possono danneggiarla o ridurre la sua effettiva capacità, se necessario, devono essere usati pezzi opportunamente protetti.
Nota 1 – Uno spigolo è tagliente quando il raggio di curvatura è minore del diametro della fune.
Nota 2 – Quando una fune è avvolta sul suo stesso diametro perde il 50% della sua capacità originale.

 

Sollevamento e discesa del carico

Nel sollevare o abbassare il carico è necessario assicurarsi che:
a) sia usato un riconosciuto codice di segnali, che sia pienamente compreso da tutte le persone coinvolte;
b) che non ci sia nulla che ostacoli il libero movimento del carico, per esempio bulloni o giunti che tengano giù il carico;
c) non vi siano ostacoli, come funi o tubi e che vi sia sufficiente altezza per il sollevamento;
d) tutte le persone coinvolte nell’operazione possono vedersi reciprocamente e/o comunicare con gli altri interessati nell’operazione;
e) tutto il personale sia sicuro rispetto al carico.

 

Nota – Se una persona deve stare vicino al carico, si deve porre particolare attenzione nel momento in cui comincia il sollevamento e il comando dei movimenti del carico.
f) il carico sia bilanciato;
g) il carico sia sollevato o abbassato lentamente evitando movimenti a strappo;
h) la braca non sia aggrovigliata sotto il carico – se necessario, porre opportune traverse, ecc. in posizione tale che il carico possa essere appoggiato senza danneggiamento e senza che la braca si aggrovigli.

 

Precauzioni

Devono essere prese le seguenti precauzioni:
a) il carico non deve andare sopra qualsiasi persona senza che venga posta la dovuta cura;
b) un carico sospeso non deve essere lasciato incustodito;
c) il carico non deve essere trascinato sul pavimento;
d) le brache non devono essere esposte, se non è necessario, a liquidi, sostanze solide o vapori corrosivi;
e) la braca in fune acciaio è stata progettata per garantire la sua intera proprietà meccanica in un range di temperature compreso tra -40°C< t +100°C. Se deve essere usata in temperature più alte vedere tabella dei declassamenti.

 

Ispezione, esame completo e criteri di scarico

Generalità
Durante il servizio le brache sono soggette a condizioni che ne condizionano le caratteristiche di sicurezza di servizio.
È necessario pertanto assicurarsi, con una frequenza ragionevolmente possibile, che la braca sia sicura per un suo uso continuo.
La braca deve essere ispezionata per valutare danneggiamenti o deterioramenti prima di ogni periodo d’uso e quindi deve essere sottoposta a controllo per cercarne i difetti , a ragionevoli intervalli di tempo durante il servizio.
Inoltre, controlli completi devono essere effettuati da persona competente.
Qualora vi fosse ragione di dubitare delle condizioni di sicurezza di una braca, questa deve essere tolta dal servizio e sottoposta ad esame completo.

Ispezione
Un’ispezione è un esame visivo delle condizioni della braca per individuarne i danneggiamenti o il deterioramento. Che possono compromettere l’idoneità d’uso, come;
a) fili rotti;
b) distorsione della fune (schiacciamento, piegature, ecc.,)
c) distorsione di boccole, accoppiamenti o accessori;
d) usura eccessiva;
e) danni da surriscaldamento;
f) corrosione.

Esame completo
Un esame completo è un esame visivo e dimensionale effettuato da persona competente e, se necessario, condotto anche con altri mezzi, come, per esempio, prova non distruttiva, al fine di scoprire il danno o il deterioramento che possono compromettere l’idoneità all’uso della braca.
Un esame periodico completo deve essere effettuato ad intervalli non maggiori di dodici mesi (12) e tale intervallo deve essere minore qualora lo si ritenga necessario, alla luce delle condizioni di servizio o quando sia richiesto da clausole contrattuali.
Registrazioni di tali prove devono essere conservate, in accordo con le norme e le regole nazionali.

 

Valutazione della condizione della braca e criteri di scarto

Fili rotti
Generalità
I fili rotti sono dannosi perché:
a) possono far male alle mani dell’utilizzatore;
b) si determina una perdita di capacità della fune.

La rottura dei fili è solitamente causata da danni meccanici, anche se la corrosione può essere un fattore importante.
La comparsa di fili rotti ben distribuiti può non avere un effetto rilevante sulla capacità della braca, ma può essere considerata il segno di un danno meccanico o di corrosione.

Rotture distribuite casualmente
Se il numero totale di fili rotti esterni è tra 6 e 14 compresi in un tratto con lunghezza pari a 30 volte diametro della fune, la braca deve essere scartata.

Rotture localizzate
Se vi sono tre o più fili rotti molto ravvicinati, la braca deve essere scartata.

Usura eccessiva
Se l’usura superficiale riduce il diametro della fune misurato in qualsiasi punto a meno del 90% del diametro nominale, la braca deve essere scartata.

Corrosione
Può verificarsi corrosione, quando le brache sono state immagazzinate in modo scorretto o sono state usate in particolari condizioni corrosive, come per movimentare carichi in bagni acidi/alcalini. L’effetto è facilmente individuabile dalla perdita di flessibilità e dalla ruvidezza al tatto.
È improbabile che un sottile strato superficiale di ruggine intacchi la robustezza della fune, ma può essere il segno di una corrosione interna, il cui effetto è imprevedibile.
Quando vi sia il sospetto di una corrosione interna la braca deve essere tolta dal servizio e consegnata a persona competente per un esame completo.

Distorsioni significative della fune
La braca deve essere scartata, quando la distorsione dovuta a piegatura, schiacciamento, rilasciamento dell’anima, o quando si evidenziano nodi. Comunque, in alcuni casi possono verificarsi deformazioni permanenti senza che sia necessariamente intaccata la capacità della braca, per esempio appiattimenti, quando la fune è legata intorno ad un piccolo diametro sotto carico pesante.
Nei casi in cui è difficile distinguere tra distorsione pericolosa e deformazione accettabile, la braca deve essere ritirata dal servizio e consegnata a persona competente per un controllo.

Danni da surriscaldamento
Scoloritura dei fili e altri segni evidenti di surriscaldamento, come perdita di lubrificazione o usura dei fili causati da arco voltaico, ecc. possono essere pericolosi.
Una braca che è stata esposta a temperature eccessive per un eccessivo periodo di tempo può avere notevolmente ridotta la sua capacità.
Quando si verificano tali condizioni, la braca deve essere posta fuori servizio e consegnata a persona competente per un controllo.

Accessori, boccole o giunti danneggiati o difettosi
Particolare attenzione va posta a:
a) aperture, distorsioni o cricche del gancio;
b) distorsioni o usura degli anelli o chiusura della redancia;
c) cricche della boccola;
d) notevole schiacciamento o abrasione della boccola o del giunto;
e) espulsione del giunto o della boccola;
f) concentrazione di fili rotti vicino alla boccola o al giunto o nel giunto;
g) effetti nella gola dell’occhiello dovuti all’uso di un perno di diametro eccessivo o a certi tipi di redance;
h) fili esterni sulla superficie esterna dell’occhio, per esempio quando è stato usato con un perno eccessivamente piccolo;
Le condizioni descritte ai commi a) e b) possono essere indicative di sovraccarico e normalmente giustificano la messa fuori servizio della braca.

Brache Sollevamento Tipologia Imbraco
Brache Sollevamento Tipologia Imbraco Tabella
Scroll To Top